Isola d’Elba

C’è un’isola nel Mediterraneo dove il mare cristallino si adorna di mille tonalità, per lambire pigramente spiagge dorate, insinuarsi in profonde calette nascoste nel verde o infrangersi contro imponenti scogliere: l’Isola d’Elba, oasi verde nell’arcipelago toscano.
L’Elba regala la sensazione di molte cose in una: le spiagge e le scogliere, il vento, la terra, i profumi, i sapori, il duro lavoro dell’uomo, i paesini arrampicati sui monti, le terrazze sul mare non sono che l’inizio di un’isola che non delude mai.
Un vero e proprio puzzle geologico, un territorio vario e affascinante, ricoperto da boschi e macchia mediterranea, ricca dei ricordi del suo passato. La storia può raccontare di abitanti preistorici, di miniere di ferro, di Etruschi e Romani, di incursioni piratesche, di sanguinose battaglie per dominare su questo piccolo ma importante territorio.
La fama dell’Elba, in Italia e in Europa, è inoltre affidata alla produzione vinicola, che vanta una lunga tradizione. Il vino elbano, già famoso al tempo dei Romani allietò nel Medioevo la mensa dei Papi ed i velieri del ‘700 lo trasportavano nei più importanti porti commerciali.